giovedì 1 gennaio 2015

Ad Ischia sarcofagi egizi da restaurare





Tremila anni ciascuno, due turisti d’eccezione che alloggeranno sull’isola di Ischia. Il Castello Aragonese acquista un fascino egizio, oggi, 18 ottobre, sono stati presentati due dei cinque sarcofagi egizi provenienti da Bruxelles. Sono sbarcati sull’isola giovedì pomeriggio e sono stati portati all’ospedale ischitano per sottoporsi a una tac per conoscere l’interno della struttura e le condizioni del legno. Un progetto italo-belga che vede protagonisti il Musees Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles e l’Istituto Europeo del Restauro, che ha sede al Castello Aragonese dove è stato realizzato un modulo laboratoriale-espositivo che ospiterà i due reperti. Il progetto durerà due anni, uno a Ischia e uno a Bruxelles e prevede l’intervento di un’équipe internazionale guidata dal restauratore Teodoro Auricchio, supervisionata e diretta dal curatore della collezione dinastica Egitto Greco-Romano del Museo, l’archeologo Luc Delvaux, con il compito di analizzare e restaurare in pubblico i sarcofagi. Al convegno sono intervenuti Vincent Mertens de Wilmars, ambasciatore del Belgio in Italia, Eric Gubel, direttore generale del Musees Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles, Wouter Bracke, direttore dell’Accademia belgica di Roma, Isabella Rosati, coordinatrice dell’evento del museo belga e Pietro Lagnese, vescovo di Ischia.





Nessun commento:

Posta un commento